Dopo il grande successo di Roma, Libero è il mio Canto. Musiche di donne deportate approda  al Teatro Apollo di Lecce

Lunedì 25 febbraio, ore 20.30, presso il Teatro Apollo di Lecce si replica il concerto “Libero è il mio Canto. Musiche di donne deportate”, già presentato in prima mondiale a Roma presso l’Auditorium Parco della Musica il 16 gennaio scorso. In programma musiche scritte, suonate e cantate da donne e artiste deportate e internate nei lager tedeschi, nei gulag russi e nei campi di concentramento giapponesi e africani, durante la Seconda Guerra Mondiale .

 “Libero è il mio Canto” è stato ideato da Viviana Kasam, che ha curato anche i testi, e da Marilena Francese,  ed entrambe ne hanno curato la produzione insieme a Donatella Altieri. 

Il concerto, promosso dall’ UCEI (Unione delle Comunità Ebraiche)  per il Giorno  della Memoria,  fa rivivere intere opere musicali, ninne nanne per il proprio figlio e per i figli di tutte le madri, canti di denuncia di donne dimenticate dalla Storia, tutte composizioni che il pianista Francesco Lotoro, presidente della Fondazione ILMC (Istituto di Letteratura Musicale Concentrazionaria), con sede a Barletta, ha riportato alla luce grazie al lavoro di recupero svolto in trent’anni presso biblioteche europee e archivi privati di ex deportati o dei loro figli, in cui si custodiscono intere opere destinate all’oblio se Lotoro non le avesse fatte rinascere suonandole in tanti teatri del mondo.

Di fronte a un destino crudele e spesso ineluttabile, uomini e donne hanno dato il meglio di se stessi e del loro ingegno; in particolare, nel repertorio musicale concentrazionario femminile il dolore si fa colore ed è capace di emozionare e travolgere l’ascoltatore con testi per niente banali che anzi denotano una particolare cura del testo cantato e sono accomunati da uno sviluppato gusto musicale tipico della cultura femminile mitteleuropea della prima metà del XX secolo.

L’appuntamento con la loro musica sarà,quindi, lunedì 25 febbraio alle ore 20.30 al Teatro Apollo dove il maestro Lotoro accompagnerà la cantante Cristina Zavalloni  e dirigerà un gruppo di musicisti prevalentemente pugliesi: Vince Abbracciante, fisarmonicista; Fabrizio Signorile, violinista; Giuseppe Carabellese, violoncellista; Andrea Campanella, clarinettista; Leonardo Gallucci, chitarrista.  Con loro anche  il Coro femminile “Ilse Weber” di Barletta, preparato dal soprano Anna Maria Pansini. Voce narrante sarà la notissima attrice Paola Pitagora.

Ph: Mirella Caldarone; Luciana Doronzo